Email: info@usedclothingstock.com - Tel: +39 342 6980556 (Gabriele) +39 340 7814482 (Lorenzo)

L'azienda

La nostra azienda si occupa da diversi anni di Import-Export nel settore degli abiti usati

Acquistiamo e selezioniamo abbigliamento usato proveniente principalmente da Svizzera, Norvegia e Germania da catene di negozi che ritirano gli indumenti inutilizzati all’interno dei loro punti vendita

Il materiale raccolto viene inserito in un contenitore apposito in cui avviene il primo processo di sanificazione, la fumigazione. Questo procedimento consiste nel saturare l’ambiente per 20 ore con una sostanza(para-formaldehyde) che, nebulizzata a 65°C elimina la carica batterica e microbica del 98%.

Successivamente al periodo di “decantazione” il materiale è pronto per essere trasportato al nostro stabilimento dove avverrà la “pre-selezione”

La pre-selezione consiste nel dividere l’abbigliamento riutilizzabile destinato al recupero da quello inutilizzabile destinato al riciclo come materia prima e pezzame

L’abbigliamento destinato al recupero viene stoccato in ceste di plastica e inserite in una cabina a tenuta stagna dove avviene il secondo processo di sanificazione mediante un generatore di ozono a plasma freddo in grado di far raggiungere a tale ambiente una concentrazione di ozono di circa 40mg/m3 in 1 ora di funzionamento, sufficienti per determinare un’ accurata disinfezione degli indumenti stessi.

Dopo il periodo di decantazione le ceste contenenti l’abbigliamento giungono al “settore di lavorazione” per l’ultima e più importante fase del processo, la selezione finale per Qualità(grado) e Articolo.

L’abbigliamento selezionato, escluso il grado C viene piegato pezzo a pezzo e confezionato in:  scatole, sacchi trasparenti da 40kg, Big Bag o in balle pressate a seconda della richiesta del cliente

 

Per conoscere i nostri articoli visita la sezione PRODOTTI

Il riciclo degli abiti usati favorisce l’ambiente poiché mediante il nuovo utilizzo delle stoffe vengono realizzati i vestiti, senza avere la necessità di impiegare altro materiale. E’ un notevole risparmio che consente di creare nuova ricchezza partendo da quella già esistente.

 

Per fabbricare una T-shirt vengono impiegati ben 2.700 litri d’acqua nel percorso che va dalla piantagione di cotone al confezionamento della maglietta

btt